5 varianti di confettura di pesche

5 different peach jam ways

Se si curiosa nella lista delle ricette del blog, non passa inosservata la mia passione smisurata per le confetture. Sarà la magia di poter conservare le primizie sotto vetro per molto tempo, oppure la gioia di regalare alle persone care un barattolino con un pò di me, chissà?

5 variants of peach jam. from TartAmour

5 different peach jam ways

Questa primavera ho provato anche qualcosa di insolito: la confettura di ortiche, è ancora da migliorare, ma sicuramente l’anno prossimo tornerò in montagna dove ho fatto il mio raccolto, non appena spuntateranno con i primi raggi di sole le fogliettine ancora chiare e fragili. In vacanza ho passato intera giornata ai fornelli per qualche baratolino color rubino, rinunciando alla giornata sotto l’ombrellone nella bellissima Puglia. Tornata a casa con una borsa enorme di pomodorini verdi, comprati da un contadino pugliese, sono riuscita a sistemarli sotto vetro pure loro. Dopo averla assaggiata vi dico solo che la chutney è niente male!
Nuovi sapori intrigano sempre ed è molto divertente cercare le accoppiate perfette per una confettura in sintonia. Mi vengono in mente le tre varianti di confettura di meloni gialli dell’estate scorsa, specialmente quella con vodka e pepe del Sichuan; ci ha stupito parrecchio e  incoraggiti a portar di nuovo in cucina un paio di frutti che ricordano la palla da rugby.

5 variants of peach jam. from TartAmour

5 different peach jam ways

Questa volta, forse ho esagerato un pocchino, ma dopo la visita in una fattoria di pesche, chiacchierando con gli agricoltori così gentili e alla mano, non mi sono accorta nemmeno come due grandi cassette di frutta succosa sono finite nel bagagliaio.  Per tutto il giorno e la mattina seguente, nel mio piccolissimo regno chiamato cucina, c’eravamo io, mia mamma e le montagne di frutta. Così lo spazio per la fantasia si è fatto largo, mica potevo fare solo la classica confettura di pesche e basta!? Dopo una breve ricerca tra i libri dello scafale, dove ormai non si trova più lo spazio neppure lì, ho datto un’occhiata anche su internet: ho deciso che la combinazione “pesche + levanda” va provota sicuramente. E poi, guarda caso, eravamo giusto tornate dalla Provenza qualche giorno prima con qualche ciuffo di fiori profumati. Stessa cosa con rosmarino, non manca mai in un balcone. E, dopo aver provato più volte con i liquori, ero sicura che questi daranno un tocco insolito per la classica confettura.

5 variants of peach jam. from TartAmour

E’ stato davvero molto interessante di poter vedere e toccare da vicino la raccolta di pesche della mia confettura, in questo ambiente immerso nel verde con qualche cascina vecchia sul fianco del campo, e vedere quelle mani, che conoscono ogni singolo albero con i suoi frutti preziosi. Le cose semplici che rendono una giornata magica, quella che è stata per me.

5 variants of peach jam. from TartAmour

 

5 variants of peach jam. from TartAmour

RICETTA

Confettura di pesche e suiei 5 varianti

Per la confettura di pesche e basta servirà:

  • 1 kg di pesche gialle mature
  • 350 g di zucchero
  • 1/2 di limone bio (scorza e succo)

Cosa fare:

1. Lavate bene le pesche, sbucciatele, privatele del nocciolo e tagliatele a pezzetti.
2. Mettete le pesche in una pentola a fondo spesso, aggiungete lo zucchero, il succo e la scorza del limone.
3. Cuocete la confettura di pesche a fuoco basso -medio per circa 50 minuti o anche più (dipende dai frutti), mescolando spesso con un cucchiaio di legno. La schiuma che si formerà man mano toglietela con una schiumarola.
4. Dopo circa 40 minuti potete verificare la cottura versando su un piattino tenuto nel freezer un cucchiaio di confettura, se inclinando il piattino la confettura non cola, è pronta, altrimenti continuate la cottura.
5. Versate la confettura bollente nei barattoli sterilizzati, avendo cura di lasciare un dito di spazio dal bordo, chiudeteli e capovolgeteli. Lasciateli  raffredare. Conservate i barattoli di confettura in luogo buio e fresco.

Cosa serve per i varianti della confettura:

A) 1 cucchiaio di fiori di lavanda essiccati bio

Mettete i fiori di lavanda in un pezzetto di garza, chiudetelo con un cordino. Dopo aver messo le pesche tagliate a pezzetti, zucchero e il succo (senza la scorza) di un limone, immergete anche il sacchettino di garza con la lavanda, legando il cordino all’asse della pentola, in tal modo da poter tirarlo fuori facilmente. Cuocete come la confettura classica, togliendo il sacchettino prima di versare la confettura nei baratoli.

B) 1 cucchiaio di fiori di lavanda essiccati bio

     1/2 bicchierino di vodka

Proseguite il procedimento come nella prima variante solo con la lavanda. Quando la confettura è pronta, versate 1/2 bicchierino di vodka, mescolate e spegnete il fuoco. Versate subito nei vasetti.

C) 1-2 rametti di rosmarino

Legate 1-2 rametti di rosmarino con un cordino da cucina, mettetelo nella pentola insieme alle pesche, lo zucchero, il succo e la scorza di un limone. Se non volete che durante la cottura si perde qualche ago di rosmarino, potete metterlo in un sacchettino di garza come la lavanda. Proseguite la cottura come la classica confettura, togliete il rosmarino prima di invasare.

D) 1 bicchierino di rum

Proseguite la cottura della confettura come quella classica, quando è pronta, versate un bicchierino di rum, mescolate e spegnete il fuoco. Versate la confettura bollente nei vasetti.

E) 1 bicchierino di vodka

Proseguite la cottura della confettura come quella classica, quando è pronta, versate un bicchierino di vodka, mescolate e spegnete il fuoco. Versate la confettura bollente nei vasetti.

 

5 variants of peach jam. from TartAmour

5 different peach jam ways 5 different peach jam ways 5 different peach jam ways

5 variants of peach jam. from TartAmour

 

5 variants of peach jam. from TartAmour

 

 

Written By
More from Tartamour

Torino & torta al cacao e nocciole

Torino non è stata amore a prima vista, ma neanche di seconda....
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *