Castelmagno & gnocchi di patate viola

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Quando mia mamma è venuta a trovarmi era piena estate, negl’ultimi giorni di luglio quando le piogge non si fermavano. Il mal tempo comunque non ci ha fermato e, dando sempre un’occhiata alle previsioni, non ci siamo fatte mancare le nostre escursioni.

Castelmagno and and its famous cheese, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Avevo sentito parlare del formaggio Castelmagno già molto tempo fa, per molti critici americani il più buono al mondo, ma non sapevo che il nome ricalca il luogo dove viene prodotto. Castelmagno è un piccolo comune della  valle Grana in provincia di Cuneo, la mia, e visto che era a due passi, abbiamo deciso di ficcare il naso a 1700 metri di altezza, passando nelle stradine strette di montagna, dove si sorpassano a fatica le macchine e dove la mamma, con timore vista la strada, guardava fuori dal finestrino fino a che abbiamo raggiunto il paesino. Già in lontananza si scorgeva il santuario di San Magno (XVIII sec.), una stuttura imponente che stupisce proprio per dove si trova.

Castelmagno and and its famous cheese, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Questo comune di montagna ha subito lo spopolamento degli ultimi decenni, ma ottanta anime ostinate risiedono in questo scorcio, molti impegnati a produrre il celebre formaggio omonimo: di sapore e profumo intenso, con pasta friabile può essere scelto secondo diverse stagionature, a volte fatte in grotte o comunque in luoghi naturali.

Castelmagno, Val Grana, Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Ultimamente, con l’inizio della stagione fredda, nelle borse della spesa capitano sempre più frequentemente i formaggi e  iniziamo a coccolarci con il comfort food; dopo aver acquistato una fetta generosa volevo provare una ricetta tradizionale di queste parti, gli gnocchi al Castelmagno! Per dare un tocco di originalità e di colore ho scelto di usare le patate viola. Questa varietà , originaria del Perù, ha un sapore simile alla nocciola con polpa farinosa e si presta perfettamente per questo tipo di impasti. Il nome di questo tubero è Vitelotte noire, varietà primordiale di patata ha come unico difetto la ridotta capacità produttiva, come del resto la tipica patata rossa di montagna.

violet potatoes gnocchi with castelmagno cheese. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno and and its famous cheese, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

RICETTA

Gnocchi di patate viola con Castelmagno

per 4 persone
tempo di preparazione: 30 min
tempo di cottura: 15 min
calorie per porzione: 880 kcal

Cosa serve:

  • 1 kg di patate viola ( Vitelotte noire)
  • 250 g di farina di kamut + per lavorazione (in alternativa di frumento)
  • 1 uovo
  • noce moscata
  • sale

per crema al castelmagno:

  • 250 g di Castelmagno
  • 200 ml di latte
  • 200 ml di panna fresca
  • pepe macinato al momento

Cosa fare:

Lavatele accuratamente le patate e lessatele in acqua bollente salata: dopo 25-30 minuti scolatele e sbucciatele ancora calde.
Passatele al passaverdure facendo una piccola montagnola sul piano di lavoro dove  unite la farina setacciata, l’uovo  e un pizzico di sale. Impastate il tutto con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto.
Con l’impasto ottenuto formate dei grissini che dovrete tagliare a dadini.
Disponeteli su un vassoio leggermente infarinato per poi coprirli con un canovaccio pulito lasciandoli riposare  in un luogo fresco per almeno 15 minuti.

Preparate la crema facendo sciogliere il formaggio  in un tegame con il latte.
Aggiungete la panna e prima che raggiunga il bollore, togliete dal fuoco. Fate cuocere gli gnocchi in una pentola capiente: basteranno pochi istanti e gli gnocchi saranno pronti quando verranno a galla. Quindi scolateli e conditeli con la crema di Castelmagno.
Servite gli gnocchi di patate viola ben caldi con una spruzzata di pepe macinato al momento e qualche briciola di formaggio messo da parte.

Una volta preparati potete conservare i vostri gnocchi  per 1 giorno in frigorifero coperti con pellicola trasparente oppure potete congelarli e, quando dovrete cuocerli,  non sarà necessario scongelarli.

violet potatoes gnocchi with castelmagno cheese. Travel with TartAmour

violet potatoes gnocchi with castelmagno cheese. Travel with TartAmour

Castelmagno, Val Grana, Piedmont. Travel with TartAmour

 

Written By
More from Tartamour

Pancakes di zucchine liguri {trombette}

Non ricordo se ho già detto che quest'anno il mio sogno di...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *