Elva e le sue 99 anime. Zuppa di ceci e spinaci

Village Elva with 99 habitants and a recipe chickpeas soup

Beh, che dire… dopo una settimana, trascorsa a Firenze, ancora così estiva, è stato un pò difficile  tornare nella realtà piemontese. 28° contro gli scarsetti 15°, sole contro pioggia, ma  la gita fuori porta domenicale, nonostante il tempo inclemente, non ce la facciam mancare. Partiamo con direzione Val Maira, punto di arrivo un paese occitano con 100″anime” residenti , Elva.

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

La strada si inerpica in un vallone e l’occhio dell’autista scivola pericolosamente verso i suoi paesaggi meravigliosi, panorami profondi con il fascino della nebbiolina e dei colori autunnali. Ci sono tre strade che portano ad Elva, ma la più spettacolare è quella del Vallone, definita anche “l’Orrido di Elva”: lunga una decina di  chilometri è chiusa da pareti di roccia viva, quasi perpendicolari, fiancheggiate da una dozzina di gallerie. Vale la pena di percorrerla per l’emozionante paesaggio che regala,  uno dei più impressionanti in Piemonte. Poi c’è quella che segue il percorso delle antiche mulattiere da Stroppo verso il Colle S. Giovanni. La terza, agibile solo nella bella stagione, dalla valle Varaita attraverso il colle di Sanpeyre.

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

Giunti ad Elva incontriamo un pastore con la mandria,  ragazze sorridenti che giocano nell’erba con i cani… in un’attimo mi sembra un pò l’isola che non c’è. Proseguiamo il cammino fino ad arrivar alla piazzetta con la piccola chiesa Parrocchiale : all’interno vi si trovano meravigliosi affreschi gotici-fiamminghi. L’aspetto delle borgate è ancora molto  medioevale, forse proprio la difficoltà di accesso ha favorito la permanenza di forme d’architettura che sono da lungo tempo scomparse in zone più accessibili e più turistiche. Naturalmente qualche turista lo si incrocia, quasi tutti provenienti dalla Germania: i tedeschi amano la valle Maira proprio per la sua natura incontaminata, da queste parti la definiamo selvaggia.

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

Elva-village-in-Piedmont-#Italy

Elva-village-in-Piedmont-#Italy
Rincasando la nebbia è così spessa da non poter vedere la strada a due metri, e quando si dirada qualche fungo spicca agl’occhi da lontano! … peccato, che non li conosciamo e così decidiam di lasciarli dove stanno, per non avvelenarci. Torniamo a casa un pò infreddoliti, con quell’ umidità che sembra entrare nelle ossa e un’idea per la cena  si fa presto avanti: la nostra zuppa preferita, che scalda all’istante, veloce e molto gustosa. La faccio ormai da anni e non ci stanca mai. Con una bella ciotolina di zuppa fumante la domenica non poteva finire meglio!

Elva-village-in-Piedmont-#Italy</h1

Elva-village-in-Piedmont-#Italy</h1

RICETTA

Zuppa di ceci e spinaci

Per 2 porzioni
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 25 minuti

274 cal / porzione

Cosa serve:

2 patate medie
150 g di ceci cotti
½ cipolla
1 cucchiaio di timo essiccato
un grappolo di pomodorini freschi
una manciata di foglie di spinaci (anche surgelati)
2 cucchiai di polpa di pomodoro in scatola
qualche rametto di timo fresco
½ cucchiaino di paprika
sale
pepe
1 cucchiaio di olio d’oliva
2 cucchiai di parmigiano grattugiato (vegan – non mettere)

Cosa fare:

1. Tritate finemente la cipolla. Scaldate l’olio in una padella, aggiungetevi la cipolla facendo soffriggere a fuoco vivace per 2 minuti, aggiungete il timo essiccato e la paprika, cuocete per circa 1 minuto.

2. Sbucciate e tagliate le patate a cubetti grandi, aggiungetele in pentola insieme al soffritto di cipolla, cuocete per circa 2 minuti per insaporirle.

3. Aggiungetevi i pomodori in scatola e acqua sufficiente a coprire completamente le verdure. Condite con sale a piacere. Lasciate cuocere a fuoco lento per 10 minuti,poi aggiungete i pomodorini freschi tagliati a metà ,  dopo altri 5 minuti aggiungetevi i ceci e le foglie di spinaci senza gambi.

4. Servite la zuppa con timo fresco, una macinata di pepe e cospargete il parmigiano grattugiato.

Elva-village-in-Piedmont-#Italy</h1

Elva-village-in-Piedmont-#Italy</h1

 

 

Written By
More from Tartamour

Sorbetto di cachi

Le feste natalizie rappresentano una gustosa occasione per deliziare i nostri palati...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *