“Cheese” a Bra e mostarda veloce di pere

Pears Mostarda from tartamour.com
Anche se lo scandire delle stagioni pare sia cambiato, concedendoci ancora un pò di calore estivo, incomincio a sentire l’umore autunnale. Lo percepisco in alcuni luoghi dove il marciapiede comincia a sussurrare il rumore delle foglie caduche e le strade, durante la pausa  pranzo, vengono  invase dai bambini che tornano da scuola.  Passeggiando per bancarelle e mercati, dove le pesche sembrano appena raccolte e il tempo sembra tardare la maturazione dell’uva, delle succose mele e pere, rimane inevitabile il modificar del menù. Si incomincia ad abbandonare insalate e snack freddi con verdure fritte, fusioni di formaggio,  zuppe fumanti
e altre gioie del comfort food..

pears from tartamour.com

the season of pears. from tartamour.com

Pears mostarda from tartamour.com

Le stagioni hanno i loro vantaggi: è meraviglioso monitorare la natura in continua evoluzione adattandosi ai suoi ritmi. Quando l’estate, a mio parere troppo breve, ci abbandona non mi dispiace il silenzio e la quiete quando si chiudono le finestre di notte lasciando fuori il freddo dall’altra parte del vetro; oppure ci si appisola sul divano con una tazza di tè in mano pensando ad un giorno di metà ottobre, avvolta da un accogliente maglione di lana, mentre mi infilo gli stivali di gomma e solco i sentieri della foresta alla ricerca di funghi e castagne.

Pears mostarda with cheese. from tartamour.com

L’Autunno è iniziato e quest’anno ho deciso di visitare la fiera del formaggio (Cheese 2013) a Bra: non ho resistito all’acquisto di più pezzi per la cena accompagnando il tutto con una stuzzicosa mostarda di pere. La mostarda è una composta di frutta piccante che ha le sue origini nel Mantovano ed è una delle ” migliori amiche” del formaggio. La lavorazione richiede molto tempo se si vuole seguire  la ricetta tradizionale. L‘anno scorso ho provato dedicando cinque giorni per prepararla e, nonostante le difficoltà oggettive, sono rimasta molto soddisfatta del risultato. Quest’anno, dopo aver raccolto un paio di chili di pere, ho deciso di preparare la marmellata   trasformandola poi in una mostarda o, meglio, dandole un  sapore intrinseco di essa. Ma che sorpresa! Il risultato ancora migliore del precedente accorciando il tempo di lavorazione.

Cheese event in Bra city, Italy Il formaggio Cheddar dall’Inghilterra

Cheese event in Bra city, Italy

Cheese event in Bra city, ItalyI pecorini senesi

Cheese event in Bra city, Italy

Cheese event in Bra city, Italy

Cheese event in Bra city, Italy

I produttori da tutto il mondo vengono a Bra, dove si svolge la manifestazione ogni due anni

Cheese event in Bra city, ItalyFormaggi dall’Inghilterra e gli Stati Uniti

cheese event in Bra city, Italy formaggi dall’Italia

cheese event in Bra city, Italy

cheese event in Bra city, ItalyConfetture e salse da abbinare ai formaggi

cheese event in Bra city, ItalyFormaggi affumicati dalla Polonia
Cheese event in Italy. Bra Cheese

Cheese event in Italy. Bra Cheese
pears mostarda. recipe in italian. from tartamour.com

pears. from tartamour.com

pears mostarda. from tartamour.com

La ricetta è molto semplice ma la difficoltà è nel trovare l’ olio essenziale di senape, noto anche come essenza di senape. Io  ho impiegato parecchio fino a quando in  un negozio di alimenti biologici mi si sono illuminati gli occhi, alla  mia richiesta  la risposta è stata: l’abbiamo!

Mostarda veloce di pere

Per 2 piccoli vasetti

Cosa serve:

  • 1 kg di pere
  • 450 g di zucchero
  • 1 limone
  • 1 stecca di cannella
  • 10 gocce essenza di senape

Cosa fare:

Sbucciare le pere, privatele del torsolo e , dopo averle tagliate a dadini, riponetele  in una pentola di alluminio o antiaderente. Aggiungete il succo di mezzo limone filtrato con una mezza fetta, aggiungete lo zucchero con una stecca di cannella. Cuocete a fuoco medio, mescolando di tanto in tanto, eliminando la schiuma  che si genera.
Cuocete  fino a quando la marmellata si addensa. Togliete  dal fuoco unendo al composto 10 gocce di olio essenziale di senape.
Versate la mostarda  in vasetti sterili, chiudeteli e poneteli a testa in giù sul coperchio lasciando raffreddare.
I vasetti riposti in un luogo fresco e asciutto si conservano per almeno  6 mesi.

“Cheese” è il regno del formaggio. Di questo prelibato alimento, fatto con  pochi ingredienti, hanno contato più di 300 specie solamente in Italia. Tutto dipende dal tipo di latte degli animali al pascolo, il luogo dove si prepara il formaggio e come si conserva:  botti di vino piuttosto che tra le rocce di una grotta o nella paglia di una stalla. Non trascurabile l’ altezza sul livello del mare dove tutto il processo si realizza. Molto interessante e… delizioso.

Ho scattato molte foto alla  fiera, giusto per farvi venire l’acquolina in bocca!

pears mostarda. from tartamour.com

Buona settimana a tutti. Io sarò in viaggio per Venezia. Tornerò a raccontarvi…

Written By
More from Tartamour

Costa Azzurra e granita al lime con vermut

Settembre, quando il sole ti accarezza ma non pizzica più. Gli ultimi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *