Rosti di patate di Martha

#Potato rosti. from www.tartamour.com

A volte capita che non lascio far alla valigia neppure un risposino. Dall’ultimo post,  scritto sulla strada verso il Monte Bianco, il 31 di dicembre, sono passate tre settimane più veloci che mai. La valigia durante questo tempo ha camminato dalle Alpi francesi a quelle italiane, sul Cervino fino alla Toscana, ovvero di nuovo a Siena per ammirare ancora gl’ addobbi natalizi, e poi di nuovo risalendo più sù vicino a casa, Torino e poi Milano, ed infine qualche giorno a casa dove finalmente ho inserito la modalità  “divano”. Oggi tocca rifare la valigia.

Dando uno sguardo alle proposte delle riviste e blogger post feste, sembrava che fin dal primo giorno dell’ anno nuovo la parola “detox” ha invaso i titoli legati all’alimentazione, come un’ombra che perseguita la coscienza di tutti. Un paio di settimane sono bastate per disintossicarsi dalle cene delle feste  tornando alla quotidianità.

#Potato rosti. from

Immagine a uso promozionale del volume Scuola di Cucina, © 2014 Giunti Editore S.p.A.

Anche se l’inverno quest’anno fa il timido, le verdure di stagione non si fanno mancare. Patata, la più classica delle verdure immancabili per la fredda stagione,  sempre utile soprattutto quando ci troviamo con il frigo vuoto. E così che ho rimediato quando, organizzando la cena ad amici, mi sono accorta che le riserve erano finite solo un paio d’ore prima di sederci a tavola. Con una semplice ricetta tratta dal libro “Scuola di Cucina” di Martha Stewart ho preparato un piatto gustoso con la base di patate e con pochi altri ingredienti trovati in dispensa.

I”Rösti” hanno la loro origine nella Svizzera tedesca. Infatti nel Cantone di Berna i contadini le mangiavano per colazione; ora è diffuso in tutto il paese al punto da essere considerato uno dei piatti nazionali. Usualmente servito come contorno può essere trasformato in piatto unico servito con svariati condimenti. Vi sono vari modi per cuocerli: fritti, in padella con burro o olio, oppure entrambi, o nel forno. Con le patate gratuggiate si formano dei tondi dal diametro di 5-20 cm e alti 1-2 cm; spesso la forma del rösti è data semplicemente dalla padella usata. Il rösti perfetto è croccante all’esterno, soffice e leggero nel suo cuore. Martha rivela alcuni trucchi per la sua perfetta preparazione. Uno di questi è quello di gratuggiare le patate e poi lasciarle riposare per 5 minuti in acqua fredda, questo per far perdere un po’ di amido, che renderebbe il rösti troppo gommoso. E ‘ molto importante asciugare le patate prima di cuocerle, altrimenti sembreranno cotte al vapore e non più croccanti e dorate. La cottura al forno completa perfettamente per renderli ancora più croccanti in superficie.

#Potato rosti. from www.tartamour.com

Potete divertirvi con i condimenti dando sfogo all’immaginazione: dalla semplice panna acida, magari arricchita con erbe aromatiche all’avocado tagliato a fette sottili, oppure frutti di cappero e salmone affumicato, o ancora con  funghi.

#Potato rosti. from www.tartamour.com

RICETTA

ROSTI di patate e porri

per 4- 6 persone

Tempo di preparazione: 10 min
Tempo di cottura: 20–25 min

Cosa serve:

per il rosti:

2 patate a pasta gialla grandi (550 g circa)
1/2 porro piccolo
1 cucchiaino di foglie di timo tritate finemente
sale, pepe macinati al momento
30 g di burro
2 cucchiai di olio d’oliva

per i funghi:

30 g di burro
1/2 porro piccolo (solo le parti bianche e verde chiaro)
una manciata di porcini secchi

per servire:

50 g di panna acida o formaggio di capra fresco

Cosa fare:

1. Riscaldate il forno a 200 °C.
2. Lavate i funghi secchi sotto acqua fredda, immergeteli nell’acqua calda e lasciate a rinvenire.
3. Pelate le patate e grattugiatele con la grattugia a fori larghi.
4. Immergete le patate grattugiate nell’acqua fredda per 5 min. Tiratele fuori e strizzatele, poi asciugatele ancora in un canovaccio pulito o nella carta da cucina.
5. Tagliate il porro a julienne. Mescolatelo con le patate e timo e insaporate con 3/4 di cucchiaino di sale e 1/4 di cucchiaino di pepe.
6. Fate fondere 1 cucchiaio di burro e 1 di olio d’oliva in una padella antiderente da 25 cm che vada in forno su fuoco medio- alto, ruotandola per ungerla tutta.
7. Aggiungete le patate e cuocete, schiacciandole con una spatola grande, finché il fondo è dorato e si stacca facilmente dalla padella, per circa 4 min.
8. Capovolgete il rosti su un piatto. Mettete il resto del burro e olio in padella e ruotatela per farli sciogliere. Fate scivolare di nuovo il rosti in padella con il lato non cotto verso il basso e cuocete finché inizia a rosolarsi sul fondo, per 3 min circa.
9. Trasferite nel forno e cuocete finché è ben dorato o ben cotto, per 15 min circa.
10. Nel frattempo fate fondere il burro in una padella media su fuoco medio- alto. Cuocete il porro finché è traslucido, mescolando, per 1 min circa. Abbassate la fiamma, aggiungete i porcini sgocciolati, salate, pepate e cuocete finché sono dorati, per 3 min. Unite l’acqua di ammollo e fate cuocere finché il liquido è ridotto e leggermente addensato e i funghi sono cotti.
11. Fate scivolale il rost dalla padella su un piatto da portata. Servite il rosti con qualche cucchiaiata di panna acida o formaggio di capra e i funghi sopra. Tagliatelo a spicchi e servite subito.

#Potato rosti. from www.tartamour.com

Written By
More from Tartamour

Apertura del blog & Charlotte allo yogurt

E' da due anni che sto accumulando  ricette: le foto di tutto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *