Pancakes alle mele

Healthy heart waffles with apples. from tartamour.com

Devo ammettere:  circa sei mesi fa non apprezzavo così tanto le mattine tardive nel weekend, perché semplicemente non erano così rare. Ora, però, spesso avendo un solo giorno libero alla settimana, conto i giorni fino a quello senza impostare la sveglia. Ultimamente, anche il tempo non aiuta a mettere il piede giù dal letto presto, quando è ancora buio, ma si può già vedere che la giornata sarà grigia, nebbiosa e fredda.

Allora questo fine settimana, con ben due giorni senza sveglia, mi sono proprio ripresa. Sorridevo guardando dalla finestra la neve già un po’ sporchina, al sicuro e al caldo nel mio morbido maglione. Il profumo del caffè che sale su dalla caffettiera, che avvolge la casa.

foggy day outside

Healthy heart waffles with apples. from tartamour.com

Colazione a casa nostra è un rito. Da sempre le giornate libere iniziano con delizie sul vassoio che gustiamo sotto le coperte.

I weekend a casa mia fin da bambina cominciavano con le golosità che preparava mia mamma. La cosa che le veniva meglio ed erano gustati con le sue confetture preparate nella casa di campagna d’estate, erano i pancakes. Sì, la mia mamma è da sempre una fata di queste frittelle dolci, tanto famose negli States.

Era  da un po’ che cercavo di introdurre questa tradizione per le mattinate del weekend. Certo, quelli della mamma rimarranno sempre  insuperabili (lei li fa in 5 sec., senza neanche guardare quello che mescola),  provando diverse volte non mi sono mai venuti così bene.

Comunque non volevo abbandonare l’idea di pancakes,  così mi sono ricordata delle frittelle a forma di cuore che mi faceva mio padrino quando ero piccolina.  Mi sono tuffata nella ricerca della padella magica. Se ne trovano tante elettriche, ma volevo quella uguale dell’ infanzia, e con l’aiuto di un grande maestro, mia mamma, la padella per i pancakes a cuori era nelle mie mani già a Natale.  Finalmente, questo weekend l’ho provata!

Healthy heart waffles with apples. from tartamour.com

snow

Healthy heart waffles with apples. from tartamour.com
Dopo alcune ricerche per la ricetta ideale, dove mi sono spaventata dalle montagne di burro utilizzate,  ho deciso di sperimentare combinando diverse ricette trovate in internet.

N.B.: la mia dolce metà, non particolarmente entusiasta di questi dolci, quel giorno ha detto almeno cinque volte :”ma erano proprio buoni sti pancakes, magari  possiamo ( non è che puoi…) rifarli anche nel prossimo weekend…

Leggeri, morbidi, profumati e basso contenuto di grassi. Può diventare una tradizione di fine settimana.. ?

Tra l’altro sono i dolci tipici del carnevale in Lituania!

Pancakes alle mele

per 2 persone / circa 6 grandi pancakes a 4 cuori

tempo di preparazione: 10 min
tempo di cottura: 10 min

Cosa serve:

2 uova
100 g di zucchero
1 cucchiaio (circa 25 grammi) di burro
90 g di farina 00
70 g di farina integrale
1/2 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
100 ml di acqua frizzante
2 mele
qualche goccia di estratto di vaniglia o vanillina
1 limone bio
un pizzico di sale
burro per ungere la padella

Come fare:

Sciogliete un cucchiaio di burro a fuoco basso. Lasciate raffreddare.
Sbattete le uova con lo zucchero fino che il volume si raddoppia e diventa chiaro.
Aggiungete l’estratto di vaniglia o vanillina, versate il burro raffreddato, un pizzico di sale e mescolate tutto.
Setacciate le due farine insieme al lievito e mescolate bene.
Versate l’acqua frizzante e mescolate di nuovo.
Grattugiate due mele e unitele nella pastella.
Ungete la padella con il burro e mettete un paio di cucchiai di pastella. Cuocete su entrambi i lati. Provate a cuocere anche nella padella classica: basta che mettete un cucchiaio di pastella e cuocete finché diventano dorate su tutti e due i  lati.
Servite con una spolverata di zucchero a velo e la scorza di un limone.

snowing
Buona settimana! Il weekend arriva presto! 😉

 

Written By
More from Tartamour

Vellutata di ortiche con caprino

“Se prendo il verde non vuol dire che intendo dipingere  l’erba, e...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *