Vellutata di barbabietola

creamy soup of beets

Cominciamo con il fatto che io amo quasi tutte le verdure. Pensavo proprio oggi se c’è un’ eccezione , ma no, non c’è!

Con le barbabietole, tuttavia, è una storia a parte. Fin da piccola, non ero una grande fan dei questi ortaggi, probabilmente a causa dei  ricordi di una mensa della scuola materna, quando per forza si doveva mangiare una zuppa dall’aspetto poco appetitoso dal colore rosa pallido. Quindi per un  pò di tempo guardavo le barbabietole con diffidenza, finché qualche anno fa ho scoperto i nuovi (per me) e insoliti (per la cucina lituana) abbinamenti. Oggi al solo pensiero di barbabietole giovani caramellizate al forno con qualche foglia di lattuga e caprino fresco oppure, come ho assaggiato a Lecce, marinata e aromatizzata con foglioline di menta, mi viene l’acquolina…

Non essendo una verdura così popolare non è sempre facile trovarne di fresca. Quando preparo la cena per gli amici e dico che ho preparato la barbabietola le si arriccia un pò il naso, ma dopo averla assaggiata cambiano presto idea!
Per questo lunedì saporito senza carne ho preparato una vellutata di barbabietole con salsa di yogurt greco o, in alternativa, panna acida aromatizzata all’aneto. Non è facile reperire anche l’aneto fresco, andrà benissimo quello secco, io per dare una spruzzata di freschezza ho aggiunto un pò di prezzemolo raccolto dal mio orticello-balcone ancora vivo in questa stagione.

creamy soup of beets. from tartamour.com

Vellutata di barbabietola

per 2 persone

ispirata alla ricetta della “Cucina Naturale” Nr. Ottobre 2013

tempo di preparazione: 10 min

tempo di cottura: 25 min

Cosa serve:

  • 3 barbabietole precotte
  • 2 patate piccole
  • 1 cipolla rossa
  • 2 gambi di sedano
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 3 rametti di aneto fresco (in alternativa 2 cucchiaini di quello secco)
  • 3 cucchiai di yogurt greco o panna acida
  • pepe macinato al momento
  • sale

Cosa fare:

Preparate un trito con la cipolla  e il sedano, ponetelo in una pentola con 2 cucchiai d’olio e un cucchiaino di aneto, se usate quello secco. Fate cuocere per un paio di minuti sul fuoco vivace.

Agiungetevi le barbabietole e le patate precedentemente tagliate a quadrotti e fate insaporire per qualche minuto insieme al soffritto.

Coprite a filo con l’acqua. Salate, pepate e aggiungetevi metà del’aneto, se usate quello fresco. Fate bollire per venti minuti circa con coperchio, poi frullate.

Preparare la crema con lo yogurt oppure panna acida, aneto, pepe e olio.

Servite la vellutata nelle fondine con un cucchiaio di crema di yogurt greco.

Written By
More from Tartamour

Verona e tortini con “cuore” morbido

Amore a prima vista. Così è stato quando ho visto Verona per...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *